BUDINO DI FRAGOLE AL KIRCH

TEMPO: 1 ora e 30 minuti

Ingredienti per 4 persone

sei etti di fragole, mezzo chilo di zucchero, venti grammi di zucchero, venti grammi di burro, quattro albumi, cinque fogli di colla di pesce, kirsch, una tazza di crema pasticcera.

Per la crema pasticcera:

TEMPO: 30 minuti

sei tuorli, un etto e mezzo di zucchero, mezz’etto di farina, mezzo litro di latte, sale

Scaldare il latte. A parte in una casseruola lavorare i tuorli con lo zucchero fino a renderli ben spumosi e montati; incorporatevi quindi la farina e un pizzico di sale e diluite con il latte caldo aggiunto a poco a poco.

Cuocere a fiamma moderata e far bollire la crema per qualche minuto, continuando a mescolare perché non attacchi sul fondo. Quando si sarà ben addensata toglierla dal fuoco e versarla in una terrina e lasciarla raffreddare mescolando ogni tanto.

Per il budino:

Mondare le fragole, versarle in una terrina, spruzzarle con alcuni bicchierini di kirsch e lasciarle a macero per una mezz’ora.

Ammollare la colla di pesce in acqua fredda. Versare lo zucchero in una casseruolina, unitevi mezzo litro circa di acqua, metterlo su fuoco moderato e lasciarvelo fino a quando si sarà ottenuto uno sciroppo denso (non deve colorire); toglierlo dal fuoco, incorporatevi la colla di pesce scolata e strizzata, immergete il recipiente in acqua fredda, quindi profumare con due bicchierini di kirsch continuando a mescolare con una frustina fino a quando lo sciroppo sarà quasi completamente freddo.

Completare con gli albumi montati a neve ben ferma. Imburrare uno stampo da budino con un foro centrale, fare sul fondo uno strato di fragole, versatevi dentro una metà del composto e mettete in frigorifero fin quandosi sarà un poco solidificato; fare un secondo strato di fragole e terminare con il rimanente composto.

Tenere in frigorifero per almeno tre ore, quindi immergete lo stampo per un attimo in acqua calda e sformare il budino su un piatto.

Servire a parte la crema pasticcera.

 

BEVANDA AL MELONE

Tempo: 20 minuti

Ingredienti per 12 persone

Due meloni, due scatole di succo d’arancia da circa mezzo chilo,il succo di due limoni, un bicchiere di zucchero,un ciuffo di foglie di menta.

Sbucciate i meloni, eliminate i semi e i filamenti e tagliateli a fette. Passare la polpa al setaccio e mettete il passato in una brocca; unite ul succo d’arancia, il succo dei limoni, lo zucchero, mescolate bene e mettete in ghiaccio.

Al momento di servire, porre del ghiaccio in una caraffa, versarvi la bevanda di melone, mescolare e decorare con le foglie di menta.

ANANAS ALLA GRIGLIA

Tempo minuti 15

Ingredienti per 4 persone

8 fette di ananas sciroppato, un bicchierino di rhum, burro, un cucchiaino di cannella

Mettete sul fuoco una o due graticole grandi abbastanza per contenere contemporaneamente le 8 fette di ananas; fatele scaldare bene.

Intanto aprite le scatole e sgocciolate le fette di ananas del liquido di conservazione; spolverizzatele con della cannella (la dose va un po’ a vostro gusto), spalmatele con del burro morbido e adagiatele sulle graticole, facendole cuocere per un paio di minuti da un lato. Poi voltatele e cuocetele per altri 2 minuti sul secondo lato.

In un pentolino a parte fate scaldare un bicchierino di rhum. Mettete le fette di ananas su un piatto resistente al calore, irroratele con il rhum bollente e infiammatele, servendole in tavola ancora fiammeggianti.

ANANAS AL BRANDY

 

Tempo min 10

Ingredienti per 4 persone

8 fette di ananas sciropparo, 8 ciliegie sciroppate snocciolate, 30 gr di burro, 2 cucchiai di zucchero, una bomboletta di panna spray, un bicchierino di brandy

Fate fondere in una larga padella, che possa contenere per esteso le fette di ananas e che sia utile da presentare in tavola, 30 gr di burro, quando sarà spumeggiante adagiatevi le fette di ananas, mettendo al centro di ciascuna una ciliegia.

A fuoco molto vivo fatele saltare per 2 minuti, muovendo la padella, poi spolverizzatele con 2 cucchiai di zucchero, spruzzatele con un bicchierino di brandy, fatelo scaldare e infiammate, portando in tavola l’ananas ancora fiammeggiante.

Appena spenta la fiamma servite l’ananas su piattini da dessert e sopra ogni fetta spruzzate un ciuffo di panna.